GSK Ematologia
Janssen Oncology
Passamonti Linfoma mantellare
Passamonti: Macroglobulinemia di Waldenstrom

Rischio di trasfusione nei pazienti oncologici con anemia indotta dalla chemioterapia prima di iniziare la terapia con Darbepoetina alfa


Darbepoetina alfa ( Aranesp ) è un farmaco stimolante la eritropoiesi ( ESA ), approvato per il trattamento della anemia indotta dalla chemioterapia.

Il possibile presentarsi di eventi avversi ha consigliato di iniziare la terapia con agenti stimolanti l'eritropoiesi con livelli di emoglobina ( Hb ) inferiori a 10 g/dL ( Stati Uniti ) o inferiori o uguali a 10 g/dl ( Unione Europea ).

Una analisi esplorativa di uno studio con Darbepoetina alfa ha esaminato in che modo i livelli basali di emoglobina all'inizio della terapia con farmaci stimolanti la eritropoiesi influenzino i tassi di trasfusione, la risposta della emoglobina, e gli esiti di sicurezza nei pazienti con anemia indotta dalla chemioterapia.

I dati sono stati analizzati retrospettivamente da un studio di fase 3 su pazienti con anemia indotta dalla chemioterapia randomizzati a 500 microg di Darbepoetina alfa ogni 3 settimane ( Q3W ) o a 2.25 microg/kg di Darbepoetina alfa ogni settimana ( QW ) per 15 settimane.

I dati sono stati rianalizzati secondo le categorie di emoglobina, al basale, inferiore a 9 g/dL ( n=126 ), da 9 a inferiore a 10 g/dL ( n=225 ), e superiore o uguale a 10 g/dL ( n=354 ).

I tassi trasfusionali sono stati più alti nel gruppo con emoglobina al basale inferiore a 9 g/dL in tutti i momenti considerati.

La percentuale Kaplan-Meier di pazienti che hanno raggiunto valori di emoglobina maggiore o uguale a 10 g/dL è stata del 68% e 88%, rispettivamente, nei gruppi con Hb al basale minore di 9 g/dL e da 9 a meno di 10 g/dL.

Con i valori più bassi di emoglobina al basale, l'incidenza di un aumento maggiore o uguale a 1 g/dL di Hb in 14 giorni è diminuita progressivamente.

L'incidenza di eventi tromboembolici venosi è stata simile in tutti i gruppi e simile tra i pazienti con o senza aumento maggiore o uguale a 1 g/dL di emoglobina in 14 giorni.

Nel complesso, in questa analisi esplorativa il rischio di trasfusione è aumentato e la risposta di emoglobina è diminuita a valori più bassi di Hb al basale.

Il maggior beneficio nell’impiego dei farmaci stimolanti la eritropoiesi può essere ottenuto quando i valori di emoglobina si avvicinano a 10 g/dL.

Sono necessari studi prospettici per esaminare ulteriormente questa ipotesi. ( Xagena2012 )

Canon JL et al, Med Oncol 2012; 29: 2291-2299

Emo2012 Farma2012


Indietro