Roche Ematologia
ELN 2018
Janssen Oncology
Ematobase.it

Roxadustat per l'anemia nei pazienti sottoposti a dialisi a lungo termine


Roxadustat ( Evresto ) è un inibitore orale della prolil-idrossilasi del fattore inducibile dall'ipossia ( HIF-PHD ) che stimola l'eritropoiesi e regola il metabolismo del ferro.
Sono necessari ulteriori dati riguardanti l'efficacia e la sicurezza di Roxadustat rispetto alla terapia standard ( Epoetina alfa ) per il trattamento dell'anemia nei pazienti sottoposti a dialisi.

In uno studio condotto in Cina, sono stati assegnati in modo casuale i pazienti che erano stati sottoposti a dialisi e a terapia con agenti stimolanti l'eritropoiesi a base di Epoetina alfa per almeno 6 settimane, a ricevere Roxadustat o Epoetina alfa tre volte a settimana per 26 settimane.
Il Ferro parenterale non è stato somministrato, tranne come terapia di salvataggio.

L'endpoint primario era la variazione media del livello di emoglobina dal basale al livello medio nelle settimane dalla 23 alla 27.
La non-inferiorità di Roxadustat era stabilita se il limite inferiore dell'intervallo di confidenza bilaterale al 95% per la differenza tra i valori nel gruppo Roxadustat e nel gruppo Epoetina alfa era maggiore o uguale a -1.0 g per decilitro.

I pazienti di ciascun gruppo hanno avuto aggiustamenti della dose per raggiungere un livello di emoglobina compreso tra 10.0 e 12.0 g per decilitro.

In totale 305 pazienti sono stati sottoposti a randomizzazione ( 204 nel gruppo Roxadustat e 101 nel gruppo Epoetina alfa ) e 256 pazienti ( rispettivamente 162 e 94 ) hanno completato il periodo di trattamento di 26 settimane.
Il livello medio di emoglobina al basale era di 10.4 g per decilitro.

Roxadustat ha portato a una variazione numericamente maggiore del livello di emoglobina dal basale alle settimane da 23 a 27 ( 0.7 g per decilitro ) rispetto all'Epoetina alfa ( 0.5 g per decilitro ) ed è stato statisticamente non-inferiore ( differenza, 0.2 g per decilitro ).

Rispetto all'Epoetina alfa, Roxadustat ha aumentato il livello di transferrina ( differenza, 0.43 g per litro ), ha mantenuto il livello sierico di ferro ( differenza, 25 microg per decilitro ), e ha attenuato le diminuzioni nella saturazione della transferrina ( differenza, 4.2 punti percentuali ).

Alla settimana 27, la riduzione del colesterolo totale è risultata maggiore con Roxadustat rispetto all’Epoetina alfa ( differenza, -22 mg per decilitro ), così come la diminuzione del colesterolo da lipoproteine a bassa densità ( differenza, -18 mg per decilitro ).

Roxadustat è stato associato a una riduzione media dell'epcidina di 30.2 ng per millilitro, rispetto a 2.3 ng per millilitro nel gruppo Epoetina alfa.

Iperkaliemia e infezione delle vie respiratorie superiori si sono verificate con una frequenza più elevata nel gruppo Roxadustat e l'ipertensione si è verificata con una frequenza più elevata nel gruppo Epoetina alfa.

Roxadustat orale è risultato non-inferiore all'Epoetina alfa parenterale come terapia per l'anemia in pazienti cinesi sottoposti a dialisi. ( Xagena2019 )

Chen N et al, N Engl J Med 2019; 381: 1011-1022

Emo2019 Nefro2019 Farma2019


Indietro